RE-START

RIPARTIRE INSIEME

Ascoltiamo i problemi degli imprenditori del territorio per creare un ecosistema funzionale all'innovazione di impresa.

Grazie al contributo di più di 190 imprenditori, il questionario è in fase di analisi. 

Nel corso di queste settimane il progetto “Re-start: ripartire insieme” ha dato la possibilità agli
imprenditori di raccontare i problemi della propria azienda e le nuove idee di sviluppo nate in
un momento così delicato. In questo momento, Confindustria Emilia Area Centro insieme ad
Almacube, hub innovativo dell’Università di Bologna stanno analizzando le voci degli
imprenditori. Questo sarà il punto di partenza per creare sinergie tra realtà che possiedono
idee per la ripartenza con quelle che posseggono le competenze per svilupparle.

Curioso di scoprire la voce degli imprenditori? 

Nel frattempo... 

Se termini come Hackathon, Open Innovation, Startup, Beta Business ti suonano nuovi e poco chiari, ti invitiamo a seguire “Pillole di innovazione”, una breve rubrica sui concetti base dell’innovazione aziendale.

Scopri cos'è il Beta Business e come può aiutare la tua attività.

#1 Beta Business

Hackathon: modello di sviluppo per fronteggiare le sfide di oggi.

#3 Hackathon

L'approccio dell'Open Innovation, il modello e le sue caratteristiche.

#2 Open Innovation

I principali attori nell'ecosistema scouting italiano.

#4 Startup scouting

 

“Se avessi 1 ora per salvare il mondo,

spenderei i primi 55 minuti per studiare il problema

e solo gli ultimi 5 per trovare la soluzione”

A. Einstein

 

La voce degli imprenditori

L'azienda sta ottimizzando tutti i protocolli interni rimasti a lungo in sospeso approfittando del periodo di chiusura di quasi tutte le attività. Rispetto alla ripartenza stiamo cercando soluzioni che ci permettano sia di raggiungere più professionisti che di ottimizzare il rapporto con essi una volta acquisiti come clienti. Nello specifico la digitalizzazione è un punto centrale di questo processo.

Dentale

10-49 dipendenti

Siamo una PMI innovativa nel campo dell'Istruzione e Formazione, con una Scuola Innovativa Internazionale a Reggio Emilia, la International Experiential School, dalla Materna all'Università (www.ieschool.eu). Come tutti sanno, siamo stati i primi a chiudere e saremo gli ultimi a riaprire, forse a Settembre. Come sempre in Italia, il comparto dell'Istruzione e Formazione di alto livello viene considerato solo marginalmente.
Guardando avanti noi abbiamo sviluppato un sistema innovativo di didattica, che si può applicare anche a distanza, grazie al sistema di profiling delle persone (studenti e docenti) e ad un lavoro sulle soft skills e project oriented. Questo consente la personalizzazione e motivazione intrinseca di ogni discente e docente e il miglioramento delle prestazioni personali, unite ad un alta preparazione. Questo viene integrato con le aziende con IEXS I WORK, dove grazie ad una collaborazione stretta con le aziende del territorio da un lato i ragazzi possono ricevere commissioni e sviluppare progetti aziendali e industriali, fare esperienze di alto livello, apprendere le dinamiche lavorative e di teamwork. Dall'altro lato le aziende possono avvantaggiarsi di nuove idee, di team di lavoro motivati e di poter selezionare futuri candidati e formarli in base alle proprie esigenze già durante la scuola.
Il vero contatto che manca tra scuola e mondo del lavoro. Integrandolo anche ad un sistema di supporto con intelligenza artificiale.

Istruzione e Formazione

10-49 dipendenti

Spostare in Italia alcune attività di R&S da altri paesi extra-europei ed accelerare lo sviluppo delle nuove piattaforme cloud-native per 5G ed IoT

Telecomunicazioni

50-250 dipendenti

La crisi economica conseguente alla Pandemia ha portato ad un drastico cambiamento nelle modalità di gestione delle visite commerciali, fino ad oggi principale strumento di vendita e comunicazione della nostra Società. Credo sia necessario sviluppare nuovi strumenti per l'ottimizzazione della rete commerciale e della gestione Clienti, nonchè valutare nuove strategie di marketing, anche indiretto, per poter raggiungere tutti i potenziali Clienti e continuare a comunicare con loro, nonostante le problematiche attuali e quelle che continueranno ad esserci nei prossimi mesi.

agroalimentare

10-49 dipendenti

In questa situazione complessa è fondamentale creare sinergie trasversali tra le filiere, collaborare di più tra aziende della stessa filiera e abilitare percorsi veloci di open innovation per accedere al know e alle competenze necessarie.

automotive

50-250 dipendenti

La mia Azienda fortunatamente non ha mai chiuso, abbiamo ci siamo adattati alla situazione di forte emergenza, abbiamo adottato tutte le precauzioni indicate fin dall'inizio dai vari protocolli, e abbiamo colto, grazie anche ai ns fornitori, l'opportunità di servire settori che prima del Covid-19 servivamo in modo marginale.

chimica e farmaceutica

10-49 dipendenti

Abbiamo implementato la nostra linea SUITElift di ascensori per il residenziale introducendo il nuovo modello VOCAL-SUITE che consente l'utilizzo dell'ascensore con solo comandi vocali pur rispettando tutte le sicurezze richieste per un corretto uso dell'impianto. La soluzione è stata implementata per guardare oltre il tempo di pandemia e costituire quindi una valida risposta oggi perchè elimina i contatti con i pulsanti ed utile anche per il futuro per i servizi multimediali che offre durante il viaggio verticale

costruzioni e infrastrutture

10-49 dipendenti

Edilteco Spa non si è mai ufficialmente fermata ma ha visto l'attività ridotta del 90% per la chiusura dei cantieri edili e della rete distributiva. Abbiamo attivato lo smartworking per tutto il personale impiegatizio ed abbiamo fatto giocoforza ricorso alla CIG. Manterremo questa modalità anche per tutto maggio, giugno, luglio, agosto. La ripartenza avviene in modo graduale in funzione della riapertura dei ns clienti. Per il rilancio puntiamo su R&S implementando nuovi prodotti e tecnologie.

costruzioni e infrastrutture

10-49 dipendenti

abbiamo riaperto full time il 4/5/2020 , stiamo vivendo e abbiamo visibilità di fatturato fino al 30/6/2020 per Ordinativi acquisiti in Pre-LOCK DOWN , siamo produttori di prodotti principalmente per il mondo del Retail che ha subito un forte shock , pertanto immediatamente stiamo tamponando producendo prodotti che servono alle Aziende per ripartire e mettersi a norma per la Fase2 , ma stiamo cercando di capire in che direzione andare dato che come produttori lavoriamo METALLI - PLASTICA - LEGNO - IMPIANTISTICA e quindi comprendere quali saranno i prodotti più richiesti dal mercato nei prossimi mesi.

costruzioni e infrastrutture

meno di 10 dipendenti

Ragtag, la nostra azienda, sviluppa software in realtà virtuale e realtà aumentata per il business, oltre a configuratori 3d per gli e-commerce. Questo periodo ha segnato una decisa svolta nel nostro campo, perchè da un lato l'adoption ha accelerato notevolmente, dall'altro le aziende hanno manifestato nuovi bisogni, fra i quali la necessità di strumenti per lo smart working, la condivisione di informazioni e la possibilità di partecipare a meeting senza recarsi fisicamente nello stesso luogo. La nostra risposta è stata la creazione di uno strumento che permetta, tramite visori VR economici e molto efficienti, di organizzare meeting in realtà virtuale dove condividere lo stesso "spazio", parlare in modo naturale, gesticolare, avere a disposizione una suite di strumenti, condividere video, file e modelli 3d visualizzabili in tempo reale da tutti i partecipanti. Il punto di forza del nostro strumento è nella customizzazione totale dei tool presenti e nella possibilità di integrare la piattaforma con altri strumenti utilizzati dall'azienda (gestionale, server, software di videoconferenza, etc...).

digital

meno di 10 dipendenti

La Zuffellato Technologies punterà sulla riorganizzazione interna con una maggiore concentrazione sugli obiettivi aziendali e personali dei singoli collaboratori. Investiremo su nuove soluzioni e piattaforme software che consentano alle imprese di digitalizzare al massimo i loro processi interni. Infine procederemo in campo europeo con la presentazione di un progetto internazionale sullo sviluppo di blockchain in tema di tracciabilità dei dati.

digital

10-49 dipendenti

Come credo accada anche per altre aziende per le ns. 2 aziende stiamo vivendo questo momento considerandolo da ora in poi come uno "stato della situazione" e non come un momento passeggero. Questo significa che abbiamo e stiamo continuamente rivedendo l'intero modello organizzativo (vendita, e post vendita) in modo da rimanere "sul pezzo". Essendo però le ns. due aziende aziende di servizi è ovvio che dipendono totalmente dal grado di salute delle aziende ns. clienti o possibili clienti presenti sul mercato. Avendo in questi due mesi dedicato per causa di forza maggiore meno tempo alle ns. aziende clienti (molte erano chiuse o parzialmente aperte) ed avendo in azienda poco personale (operando da casa da remoto ) abbiamo investito tempo nel rivedere e riorganizzare i ns. locali e le ns. attività, cambiando scrivanie e spostando personale riorganizzando i ns. reparti interni (ricordo parliamo di aziende di servizi). Le idee non sono cambiate tanto rispetto ai mesi precedenti la pandemia, in quanto operando (una delle due aziende) fortemente su ricerca e sviluppo inerente il software gestionale per le aziende le ns. idee vengono per la maggior parte riversate sui ns. prodotti software e sulla loro modalità di vendita.

digital

10-49 dipendenti

Siamo una software house e la condivisione in smart working è comunque limitata rispetto al fatto che continuamente ci dobbiamo confrontare su attività di sviluppo.
Essendo informatici sentiamo poco il peso dei progetti , ma a livello commerciale riteniamo che vi possano essere ripercussioni importanti in quanto abbiamo sempre cercato di impostare la nostra presenza su fiere ed eventi

digital

10-49 dipendenti

La nostra società ha gestito l'emergenza in continuità applicando tutte le normative ed i protocolli. Siamo rimasti attivi in filiera con i nostri clienti , riuscendo ad organizzare immediatamente lo smart working e riuscendo ad riorganizzare le produzioni rispettando il distanziamento. Questo ci ha permesso di dare continuità ai fatturati ed alla finanza anche se con naturali diminuzioni. Non abbiamo mai smesso di lavorare sui nostri obiettivi commerciali se pur dall'interno e speriamo che questa presenza ed attività svolta con molta tenacia nonostante il periodo possa portare ai risultati attesi o ad avvicinarsi. Ci si aspettano momenti durissimi, passato il momento di maggiore emergenza, arriverà un'onda temo che ci metterà a dura prova specialmente pensando alle produzioni destinate all'estero verso paesi che non sanno ancora ridisegnare il futuro economico se non con dati di PIL sconcertanti. E' necessario porsi molte domande per le nostre piccole aziende su quali siano i temi che ci possono aiutare in un momento simile, per quanto ci riguarda, essendo noi terzisti, vogliamo assolutamente spingere sulle progettazioni che riservino all'azienda del Know How da utilizzare sul mercato , restando aderenti ai nostri mercati di riferimento. Dobbiamo trovare assolutamente le energie e le risorse per rinnovare maggiormente le nostre aziende e per renderle piu' solide verso i mercati. Sarà una grande sfida per tutti.

elettronica e meccatronica

50-250 dipendenti

L'azienda si occupa di automazione, al momento si rivolge in vari settori in Italia.
Quello che vedo come opportunità in qiuesto momento di crisi è la possibilità di fare partnership con realtà complementari per fare rete ed essere maggiormente interessanti e competitivi, creare un pool di aziende per condividere competenze ed esperienze per poter dare ai Clienti soluzioni sempre più complete. Mettere insiseme competenze e sforzi comuni credo che possa essere vincente. Proviamo a lavorare sulla capacità di affrontare i problemi in modo creativo tipico degli Italiani e lasciamo andare l'individualismo.

elettronica e meccatronica

10-49 dipendenti

Ecoterm srl ha rallentato in funzione dell'andamento delle commesse. ha quindi fatto ricorso a smartworking e CIG. per la ripartenza abbiamo in progetto di caratterizzare varianti tecnologiche del ns prodotto da caratterizza attraverso analisi e test

home

10-49 dipendenti

Le idee che vorrei implementare sono inerenti a nuove modalità di relazione medico-paziente sfruttando le nuove tecnologie, sia nel caso di pazienti cronici seguiti nel tempo che in caso di pazienti al primo contatto.

information technology in sanità

10-49 dipendenti

La difficoltà di accesso al credito da parte dei nostri clienti è notevolmente aumentata a dispetto di quanto pubblicizzato e promesso dalle istituzioni. Non c'è bisogno, a mio parere, di nessuna nuova idea, sarebbe sufficiente che i nostri governanti non facciano dei danni ogni volta che si muovono.

macchine

10-49 dipendenti

Abbiamo avuto un periodo di chiusura inferiore alla media grazie all'appartenenza a filiere produttive tutelate. Stiamo riprendendo le attività di completamento dei nuovi progetti già avviati e sospesi a causa Covid. Soffriamo soprattutto le posticipazioni di ordini che i clienti ci hanno comunicato(per non incrementare il loro magazzino fanno incrementare il nostro) e la conseguente riduzione di liquidità.

macchine

10-49 dipendenti

Siamo in una fase di grande incertezza, l'unica certezza è che dovremo affrontare grandissimi problemi, ma che tipo di problemi e quale dimensione questi avranno ad oggi non ci è ancora dato di sapere. Prevedo che la resa dei conti arriverà fra luglio e settembre e farà molti morti e feriti gravi. L'unica possibilità che ha ognuno di noi di sopravvivere alla glaciazione economica è affrontare la realtà e avere il coraggio di fare scelte anche molto dure, difficili ma anche coraggiose, in mancanza l'alternativa è non avere un futuro.
Ho solo un augurio personale da rivolgere a tutti noi: mi auguro che questo disastro annunciato faccia crescere la coscienza in tutti che non ci può essere lavoro senza impresa,
e che l'unico futuro che abbiamo a livello di paese è di salvare il patrimonio imprenditoriale in tutte le sue forme.

metalli e materiali compositi

10-49 dipendenti

La nostra è un'azienda manifatturiera conto terzi, pertanto dipendiamo totalmente dagli ordini della clientela. Da tempo ho in mente idee alternative/complementari di nuovi trattamenti per stimolare il mercato, ma non ho mai spinto più di tanto, mi sa proprio che è giunto il momento di accelerare e mettere in atto qualsiasi "innovazione" che dia nuovi stimoli.

metalli e materiali compositi

10-49 dipendenti

Ritengo che i problemi principali siano l'ineguatezza ed il ritardo nelle applicazioni delle misure governative. Ad esempio esiste il problema rumore si sono attuate nel tempo misure atte a ridurlo ed a fornire specific DPi senza fermare le attività. Si doveva fare qualcosa di simile anche per le problematiche del Covid. Non facile da fare e non velocemente implementabili? si ma non si sono date misure preventive e ci si è limitati a fare annunci la Domenica sera. Le risosrse economiche di sostegno sono molto sulla carta e non nella concretezza. Sarebbe stato meglio dire signori non ci sono risorse. I momenti di difficoltà che stiamo vivendo sono questi e dobbiamo combatterli giorno per giorno.

metalli e materiali compositi

50-250 dipendenti

Rientrando nelle categorie cosi dette essenziali , abbiamo sempre vissuto il periodo Covid in prima linea. Oggi la nostra ripartenza e la velocità con cui avverrà, è legata alla crescita dei consumi che per il momento rimane un incognita tutta da scoprire.

mobilita' e logistica

10-49 dipendenti

La mia azienda sta lavorando per terminare l'evasione degli ordini incamerati prima della chiusura ma il portafoglio non cresce. I nostri clienti ci vanno molto cauti e ordinano solo lo stretto necessario cercando di utilizzare le zip che hanno già in giacenza. Io ho l'idea di ristrutturare una sala riunioni per renderla uno show room virtuale, fashion e innovativo in cui poter fare video conferenze con gli uffici stile dei nostri clienti per mostrare loro il campionario e fargli sentire che anche se non possiamo muoverci, ci siamo. Purtroppo mancano le risorse, abbiamo chiesto finanziamenti da mesi alle banche ma ancora nulla. Se adesso non si investe in maniera ovviamente oculata, si chiude. Noi siamo nel settore moda per cui dobbiamo essere molto attenti alle esigenze del mercato e proporre strumenti alternativi per comunicare con i nostri clienti.

moda e lusso

10-49 dipendenti

Parlando dell'installazione di linee di produzione ceramica, che è il settore in cui lavoriamo principalmente, non avremmo grandi possibilità d'implementazione, essendo più strettamente legata al Costruttore principale.
Inoltre il settore è pesantemente in crisi, crisi che ancor prima venissimo colpiti dall'emergenza sanitaria, iniziava a sentirsi.
Tra i Ns settori secondari abbiamo la produzione certificata di strutture in acciaio e/o di consolidamento sismico (EN 1090), settore che potrebbe avere possibilità di crescita grazie al decreto legge n. 34 del 19 maggio 2020, nel Ns caso specifico però non abbiamo ottime prospettive in quanto l'implemento del settore parrebbe temporaneo con uno stop all'esaurimento dei tempi del decreto; quindi oltre a degli investimenti per nuove macchine di lavorazione e la creazione di una rete più efficiente di collaborazioni che partono dagli studi tecnici fino ad arrivare al più piccolo dei fornitori, non crediamo ci siano ulteriori innovazioni da inserire nel settore.
Lo stesso vale per l'ultimo settore che ci compete, il nolo a caldo/freddo di mezzi elettrici, oltre all'acquisto di nuovi mezzi e al miglioramento della loro gestione, interna ed esterna all'azienda, non vediamo ulteriori possibilità d'implementazione.

In conclusione:
Per aziende come la Ns, crediamo che l'unica strada sia di puntare a qualcosa di diverso da quello che si è fatto fin'ora e stiamo lavorando per cercar di concretizzare queste parole.

Installazione impianti di produzione ceramica, nolo gru elettriche

meno di 10 dipendenti

La nostra Azienda , producendo partizioni mobili e arredi per ufficio, e arredi per HORECA è basata sulla competenza riguardo la progettazione per l'organizzazione e la qualità del lavoro . Siamo formati per trovare le soluzioni ottimali di design e qualità .
Attualmente , la chiusura dei cantieri di nostri appalti acquisiti ha provocato un grave ritardo nelle consegne di materiale già immagazzinato e la conseguente difficoltà a concludere gli appalti nei tempi previsti. Costi per materiali e trasporti sono aumentati notevolmente.L'alberghiero è un mercato assolutamente bloccato.

Lo scenario nuovo, il lavoro con contratto agile, la sicurezza , le interazioni, gli spazi da riorganizzare ci vedono impegnati con professionisti della sicurezza, professionisti della progettazione, utilizzo di materiali innovativi ed ergonomia degli spazi che possano garantire sicurezza e welfare di chi lavora per favorire la rendita del lavoro delle aziende nostre clienti.

Mobili - Lavorazione Legno e Alluminio

10-49 dipendenti

In 11 anni ho subito come Azienda 3 knockout 2009 crisi mondiale ,2012 terremoto 2020 coronavirus , e in tutte le situazioni I politici hanno detto "Non lasceremo indietro nessuno" in realtà NON CI SARA' ANCORA NESSUN AIUTO PER LE PICCOLE AZIENDE . PER FCA , BENETTON ,DEBENEDETTI , MILIARDI A GO GO. Per quanto ci riguarda sarà l'ennesima volta che ci rimboccheremo le maniche , sperando di non finire in galera come da nota INAIL se muore un mio dipendente di corona Virus.

Valvole pneumatiche e elettriche di ns.Produzione

10-49 dipendenti

Il settore del turismo che rappresenta il nostro principale sbocco commerciale in Italia e nel mondo, è il più penalizzato e rischia di vedere perdite di fatturato nei prossimi mesi superiori al 40%. In questo contesto diventa prioritaria una strategia di rilancio Nazionale del settore. Non sarebbe sostenibile per molte imprese in filiera il mantenimento degli attuali livelli di consumo. L'urgenza del rilancio è massima ma permane l'incertezza della ripresa economica e delle iniziative governative, legate all'andamento della diffusione del Coronavirus nei prossimi mesi. Occorre un rilancio strutturale: senza un'azione governativa forte ed incisiva ed il sostegno europeo, potremmo non vedere un recupero.

agroalimentare

50-250 dipendenti

potenziato e-commerce, vendita diretta al consumatore, cambiato la comunicazione no cartaceo solo digital ma più ampia

chimica e farmaceutica

50-250 dipendenti

La nostra azienda fornisce un servizio di sterilizzazione per prodotti industriali basato sull'irraggiamento con raggi gamma. L'attuale emergenza ha fatto crescere la richiesta di sterilizzazione di alcuni prodotti/settori legati alla lotta al Covid, ma ora che la situazione si sta settando su un nuovo standard, sta generando richieste di decontaminazione/sterilizzazione su tipologie di prodotto nuove. L'innovazione necessaria è mio parere l'analisi dell'impatto dell'irraggiamento su prodotti/materiali fino ad oggi mai irraggiati per valutare l'ampliamento dell'applicazione.

chimica e farmaceutica

10-49 dipendenti

Siamo ripartiti nel rispetto delle norme di sicurezza ma senza particolari innovazioni.

costruzioni e infrastrutture

10-49 dipendenti

Forte crisi di liquidità. Insensibilità da parte della committenza (solo pubblica). Grande confusione sul come riaprire i cantieri (ogni amministrazione si muove a modo suo). Incognita sulle reazioni del sistema bancario. Abbiamo commesse in essere, altre in fase di acquisizione anche all'estero, le risorse umane per affrontarle; il lavoro non manca, ma scarseggia la capacità finanziaria, messa allo stremo dalla prolungata sosta forzata. Una iniezione di liquidità può facilmente rimettere in carreggiata l'impresa.

costruzioni e infrastrutture

10-49 dipendenti

Abbiamo colto l'occasione per ristrutturare l'azienda introducendo software per migliorare i processi aziendali e ottimizzare i costi. Purtroppo molte aziende sottovalutano queste attività ma noi le riteniamo fondamentali per rimanere sul mercato fidelizzando i clienti e ricercarne di nuovi. Deltacommerce sviluppa software e ci occupiamo di integrazione di software esistenti per ottimizzare processi e costi ed è quello su cui punteremo in modo importante da ora in poi.

digital

meno di 10 dipendenti

Siamo PMI Innovativa in ambito di sviluppi digitali con alcune soluzioni nella nostra offerta in ambito E-health, E-learning e Training e Mobile , ma a differenza di startup nate e focalizzate su un prodotto o su una soluzione specifica, noi mettiamo a disposizione il nostro know how per sviluppi custom di terzi e possiamo essere il partner abilitatore tra la ricerca universitaria e il fruitore finale (industria o servizi). Vorrei individuare il modo migliore per rendere più evidente e più facilmente accessibile da parte delle Aziende il contatto ad aziende come la nostra, che possono avere un ruolo strategico in questo processo così come quello degli altri attori. Tuttavia il nostro ruolo che non corrisponde a nessuno di quelli elencati finora nell'indagine.

digital

10-49 dipendenti

CP Sistemi opera nella filiera Digital e proprio grazie a ciò siamo fortunatamente stati toccati solo marginalmente dall'emergenza Covid.
Siamo da sempre dei "nomadi digitali" e questa cultura, assieme alle tecnologie ed all'organizzazione del lavoro che usiamo quotidianamente, ci ha preservato dalla tempesta.
La nostra azienda sviluppa, tra i vari progetti, soluzioni Industry 4.0 che, soprattutto in una fase critica come quella attuale, costituiscono un forte strumento innovativo che consente alle aziende nostre clienti di migliorare le performance e quindi la competitività globale.
Credo che proprio una nuova "cultura digitale" per le nostre aziende possa essere una delle chiavi utili alla ripartenza che ci attende.

digital

10-49 dipendenti

Sviluppando su nostre piattaforme web proprietarie e utilizzando già lo smart working, da un punto di vista dell'operatività non abbiamo risentito della situazione attuale. I nostri clienti sono comunque aziende manifatturiere, quindi è importante che la catena di consumo possa riprendere il prima possibile perché inevitabilmente ne risentiremo in termini di nuovi ordini. Abbiamo riscontrato nei nostri clienti la consapevolezza di dover digitalizzare maggiormente i propri processi, siano interni all'azienda che esterni.

digital

meno di 10 dipendenti

SIamo recentemente passati da soli distributori esclusivisti di marchi e prodotti esteri in Italia, SPagna e Portogallo ad anche produttori. Praticamente pronti al lancio di una serie di accessori a nostro marchio, la perdita di fatturato causa lockdown (negozi nostri clienti chiusi) , il posticipo dei pagamenti in corso da clienti "autorizzato dai DL.", ha sensiblmente ridotto il nostro casch flow e conseguenteente l'inizio produzione oltre a

distribuzione commercio produzione caschi abbigliamento moto

10-49 dipendenti

Ci occupiamo di automazioni industriali per il settore gomma e plastica. Per come è sviluppato il modello di business, abbiamo consegne a 4-6 mesi, questo ci ha consentito di non fermarci durante i mesi della crisi potendo lavorare diverse commesse già acquisite. Naturalmente il rovescio della medaglia è che avremo più difficoltà verso fine anno a causa delle commesse non acquisite in questi mesi. Essendo specializzati in pochi settori ma in questi avendo una forte esperienza, la nostra scelta è di entrare maggiormente ed in modo diretto, su mercati esteri UE.

elettronica e meccatronica

10-49 dipendenti

I due mesi ( marzo e aprile) in cui siamo stati costretti a restare chiusi hanno avuto come risultato economico un calo di fatturato ci circa il 40% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Ma in questo caso si tratta solo di uno spostamento in avanti del fatturato in quanto la chiusura ci ha impedito di consegnare ordini ricevuti prima del lock down. L'aspetto più grave è stato il calo degli ordinativi, che rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso è stato del 70%, e per maggio prevediamo un calo di almeno il 40%. Questo aspetto non è stato assolutamente valutato dal governo, in quanto un certo tipo di agevolazioni prende come riferimento i cali di fatturato di marzo e aprile, quando invece i cali di fatturato si vedranno nei mesi successivi, e non saranno certo recuperati. Quindi oggi navighiamo a vista senza alcuna possibilità di prevedere il futuro prossimo. I programmi, che già avevamo abbozzato prima del lockdown, verranno ripresi , ma ovviamente con ottica e prospettive temporali diverse, a causa della perdita economica e finanziaria subita. L'accesso al credito secondo quanto previsto negli ultimi DPCM ovviamente ci darà una mano, ma si tratta solo di prestiti che poi dovranno essere rimborsati. Tali programmi sono sostanzialmente due:
- nuove soluzioni per nuovi sbocchi di mercato, utilizzando i nostri componenti. Questo in una collaborazione con UNIBO, iniziata poco prima del lockdown e che dovrà essere ripresa
- riorganizzazione delle nostre proposte commerciali per introdurre il canale di vendita online
Purtroppo sono programmi i cui effetti positivi, se ci saranno, non potremo certo vederli a breve termine

facilities

10-49 dipendenti

La nostra realtà è molto avvantaggiata dal fatto di operare in misura prevalente (85%) su mercati esteri tra questi alcuni che hanno subito in misura minore gli effetti del Covid19. Quando siamo stati costretti a chiudere ci siamo trovati con un buon portafoglio ordini da consegnare quindi il nostro problema era come consegnare più che dove vendere i nostri prodotti. Anche nel periodo di chiusura ( abbiamo perso 13 gg di produzione) abbiamo mantenuto il contatto con i clienti operando da casa e con i dipendenti tenendoli informati sulla situazione. Il coinvolgimento diretto dei lavoratori ha consentito una veloce riapertura della produzione su base volontaria ma che ha trovato una preossoché totale adesione. Penso che la migliore soluzione alla crisi attuale sia l'internazionalizzazione delle aziende.Nel nostro caso , il mercato Cinese che per primo ha affrontato la crisi è stato anche il primo ad riattivarsi , rappresenta uno sbocco commerciale di fondamentale importanza. Contrariamente a quanto molti pensano anche piccole realtà come la nostra possono operare con successo nei mercati esteri con investimenti contenuti.

home

10-49 dipendenti

L’azienda si é adeguata alle nuove normative Covid ed é ripartita con le commesse in corso. Stiamo utilizzando la CIG per coprire la mancanza di lavoro conseguente all’epidemia che ha fermato le attività di acquisizione degli ordini e quindi causato i problemi di liquidità, fatturato, redditività ben conosciuti da tutti. Stiamo agendo su nuova organizzazione per ottimizzare l’uso delle risorse, stiamo riducendo al massimo i costi per poter resistere in questo periodo di poco lavoro e intendiamo accedere ai nuovi finanziamenti per superare il momento critico con l’obiettivo di ripartire quando riprenderanno gli investimenti nei vari mercati. Come in passato stiamo spingendo molto sull’innovazione di prodotto oltre che sul brand italiano. Utilizzeremo sempre maggiormente il web per le nostre attività. Ricerchiamo partner per integrarci (rete o altro) per poter essere più incisivi sui mercati ed integrare le competenze e risorse. L’apporto di Confindustria sarà basilare.
Grazie

macchine

10-49 dipendenti

Abbiamo adeguato l'organizzazione ai protocolli di sicurezza di cui al DPCM. L'attività di impresa è esercitata al momento in continuità alla fase preCovid 19

macchine

10-49 dipendenti

Riduzione degli sprechi, massimizzare gli investimenti fatti negli anni scorsi per innovare prodotti e processi e guadagnare quote nei nostri principali mercati e aprirne nuovi.

macchine

50-250 dipendenti

Momento complicato per forte calo fatturato e tensioni legate a riduzione di salari e stipendi per necessario ricorso alla cassa integrazione. Necessità e impossibilità di fare nuovi assunzioni soprattutto per adempiere agli onerosi impegni legati (in termini di tempo , esplicazione pratiche e monitoraggio) alle nuove normative di sicurezza. Necessità di organizzare l'attività in magazzino su turni che sforano le 12 per ridurre la compresenza dei lavoratori ore ma impossibilità di sostenerne i costi (mezz'ora aggiuntiva retribuita ma non lavorata e maggiorazione per straordinario serale).Necessità di fare investimenti in logistica/magazzino ma indisponibilità di risorse finanziarie.

metalli e materiali compositi

50-250 dipendenti

La situazione è molto coplessa e in rapido cambiamento. Dobbiamo essere bravi a contrastare questi cambiamenti ottimizando la produzione e, valutare altri mercati senza perdere mai di vista l'aspetto finanziario dell'azienda.

metalli e materiali compositi

10-49 dipendenti

La nostra azienda sta utilizzando questo momento di difficoltà per renderlo una opportunità di crescita, spingendo verso una forte digitalizzazione dei processi aziendali finalizzati ad aumentare l'efficienza interna ed ad offrire al mercato una esperienza ad alto valore aggiunto, flessibile, semplice e altamente fruibile. Una integrazione con i processi interni dell'azienda cliente capace di migliorare le perfomances della filiera complessiva cliente+fornitore sulla base di una logica win-win orientata al valore.

mobilita' e logistica

10-49 dipendenti

Regenesi realizza progetti di economia circolare in partnership con altre realtà aziendali. In questi mesi, dove i negozi dei nostri partner sono rimasti chiusi causa covid-19, ci siamo concentrati sullo sviluppo di progetti di innovazione tecnologica ed organizzativa nel settore della moda, volti a coniugare la sostenibilità con i necessari nuovi comportamenti da adottare per il contenimento del virus.

moda e lusso

meno di 10 dipendenti

Stiamo cercando di passare velocemente ad una vendita online B2C

moda e lusso

meno di 10 dipendenti

 

Lascia il tuo contatto

Se non sei riuscito a prendere parte all'iniziativa ma vuoi rimanere aggiornato sugli ultimi sviluppi del progetto, puoi lasciarci il tuo contatto. 

Qui il regolamento per il trattamento dei dati

Almacube S.r.l.
Viale G. Fanin, 48, 40127
Bologna
Tel: 051/6330040
Fax: 051/6370818
info@almacube.com
P. Iva: 03277261206
Via Ugo Foscolo, 7, 40123
Bologna
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon
  • Bianco YouTube Icona